e tu, ce li hai gli occhiali viola?

(traduzione di un testo delle Feministas Acidas, sempre per la serie #femminismo4dummies)

LA SINDROME DEGLI OCCHIALI VIOLA

C’è un momento nella vita di ogni femminista nel quale si provano per la prima volta gli occhiali viola, occhiali che ci proporzionano un’esplosione di luce accecante ogni volta che osserviamo una scena maschilista. La sindrome comincia nei primi mesi ed evolve rapidamente ogni volta che leggiamo cose che ci aprono ancora di piú gli occhi.

I primi mesi sono sconvolgenti perché arrivi a scoprire violenza nella tua idilliaca relazione di coppia, vedi che tuo padre (portento d’uguaglianza per le vicine) fa solo una misera parte visto che il peso di tutta la casa ricade su tua madre (sí, questa signora che nella tua adolescenza era stata una strega si converte in una icona di donna in lotta), riconosci relazioni gerarchiche di genere nel tuo gruppo di amici e amiche, o osservi come lo spazio comunicativo della tua classe lo dominano gli uomini… e ti scopri dando piú credito alle opinioni maschili che a quelle delle tue compagne.
Sono dei mesi di risveglio, di scoperta che il mondo nel quale avevi ricevuto laboratori di uguaglianza a scuola in cui la prof ti aveva detto che essere bambina o bambino era uguale per il tuo futuro, é un mondo truffa.
Allo stesso tempo comprendi come i dolori del passato abbiano senso, come si completino le storie comprendendo questa violenza che é invisibile se non possiedi gli occhiali viola.
Vedi anche il tuo proprio maschilismo, la tua maniera maschilista di vedere il mondo: hai chiamato altre donne puttana e zoccola, fai la tonta nelle conversazioni coi ragazzi e ti senti meravigliosamente quando ti dicono che sei “uno di noi”. Sul serio?
Sí, gli strumenti che ha il patriarcato, e che usa durante tutto il tuo periodo di socializzazione, sono riusciti a collocarti nel livello inferiore e in una forma cosí camuffata che pensi di stare nell’uguaglianza. Giá.
Suppongo che é un periodo di scoperta, di risveglio, dal quale tiriamo fuori le forze per lottare il resto della nostra vita, perché davanti a una tale panzana non possiamo arrenderci. Per questo ridiamo tutte le volte che ci dicono che la nostra lotta è assurda e obsoleta. Il problema é che non tuttx quantx hanno la fortuna di avere degli occhiali viola.

7 thoughts on “e tu, ce li hai gli occhiali viola?”

  1. strano…..ad aprile ho comprato un paio di bellissimi okkiali viola…significherà qualcosa col fatto di aver lasciato stare a casina sua uno che…vabbè…????….insomma la storia dell’okkiale viola ci sta….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *