#tisaluto

Questo blog è una zona libera dal maschilismo. Giá da qualche anno i commenti sono moderati e non ho paura che mi si accusi di essere antidemocratica per questo.
Di spazi saturi di maschilismo ce ne sono giá abbastanza, nella Rete e fuori.

Quanto al #tisaluto l’ho detto un sacco di volte nella mia vita. Ho rinunciato a occasioni succulente e pseudocarriere perché da quando ho avuto l’etá della ragione su certi argomenti sono sempre stata abbastanza intransigente. A volte ho anche pensato che lo ero troppo e che magari un occhio potevo chiuderlo. Oggi invece sono felice e anche un po’ stupidamente fiera di essere inciampata nella barricata molto presto.

Non posso quindi che appoggiare l’iniziativa di sensibilizzazione che unisce oggi molte blogger italiane e mi fa piacere pensare che se (almeno nel simbolico) c’è da fare le barricate non saremo solo le solite punk irriducibili lesboputtane a farci venire i calli alle mani ma anche qualche bella signora coi tacchi, i capelli a posto e magari anche un lavoro vero.

#tisaluto ma anche #bentrovate 🙂

 

#tisaluto

#tisaluto

In Italia l’insulto sessista è pratica comune e diffusa. Dalle battute private agli sfottò pubblici, il sessismo si annida in modo più o meno esplicito in innumerevoli conversazioni.

Spesso abbiamo subito commenti misogini, dalle considerazioni sul nostro aspetto fisico allo scopo di intimidirci e di ricondurci alla condizione di oggetto, al violento rifiuto di ogni manifestazione di soggettività e di autonomia di giudizio.

In Italia l’insulto sessista è pratica comune perché è socialmente accettato e amplificato dai media, che all’umiliazione delle persone, soprattutto delle donne, ci hanno abituato da tempo.

Ma il sessismo è una forma di discriminazione e come tale va combattuto.

A gennaio di quest’anno il calciatore Kevin Prince Boateng, fischiato e insultato da cori razzisti, ha lasciato il campo. E i suoi compagni hanno fatto altrettanto.
Mario Balotelli minaccia di fare la stessa cosa.

L’abbandono in massa del campo è un gesto forte. Significa: a queste regole del gioco, noi non ci stiamo. Senza rispetto, noi non ci stiamo.
L’abbandono in massa consapevole può diventare una forma di attivismo che toglie potere ai violenti, isolandoli.

Pensate se di fronte a una battuta sessista tutte le donne e gli uomini di buona volontà si alzassero abbandonando programmi, trasmissioni tv o semplici conversazioni.

Pensate se donne e uomini di buona volontà non partecipassero a convegni, iniziative e trasmissioni che prevedono solo relatori uomini, o quasi (le occasioni sono quotidiane).

Pensate se in Rete abbandonassero il dialogo, usando due semplici parole: #tisaluto.

Sarebbe un modo pubblico per dire: noi non ci stiamo. O rispettate le donne o noi, a queste regole del gioco, non ci stiamo.

Se è dai piccoli gesti che si comincia a costruire una società civile, proviamo a farne uno molto semplice.
Andiamocene. E diciamo #tisaluto.

Questo post è pubblicato in contemporanea anche da Marina Terragni, Loredana Lipperini, Giovanna Cosenza e Giorgia Vezzoli (e credo da molte altre – ndS)
Se ti va, copincollalo anche tu!

This entry was posted in perle, sul pezzo, we are winning and tagged , . Bookmark the permalink.

13 Responses to #tisaluto

  1. Pingback: #tisaluto | ladoppiaversione

  2. Pingback: Combattiamo il linguaggio sessista con un “Ti Saluto” | queste sono solo parole

  3. Concordo pienamente, e segnalo una casa editrice che si occupa di prevenzione alla violenza e discriminazione di genere attraverso libri per bambini e ragazzi. Per stroncare alla radice stereotipi e ostacoli culturali che impediscono il cambiamento. A presto!
    http://settenove.wordpress.com/

  4. Pingback: #tisaluto | Frequenze LesbicheFrequenze Lesbiche

  5. Pingback: #Tisaluto, per fermare gli insulti sessisti | TANTOPREMESSO.it

  6. Pingback: Combattiamo il linguaggio sessista con un “Ti Saluto” | rete13febbraiopt

  7. Pingback: Combattiamo il linguaggio sessista con un “Ti Saluto” | Queste sono solo parole

  8. Pingback: Combattiamo il linguaggio sessista con un “Ti Saluto” | Le persone e la dignità

  9. Pingback: Contro il sessismo diciamo #TI SALUTO – Family Life - Blog - Repubblica.it

  10. battonz says:

    condivido e mi trasformo in pantera

  11. Pingback: Anch’io #tisaluto | O capitano! Mio capitano!...

  12. Pingback: #TISALUTO | laboratorio donnae

  13. Pingback: #TiSaluto | IfratelliKaramazov

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *