figurine di un’estate


(la leggiadria queer di un’immagine di Jacopo Benassi)

ho voglia di scrivere cose sporche.
voglia di inventarmi la sceneggiatura di future scopate gloriose, di ricordare scambi intergalattici giá vissuti in cui ti conobbi a volte sublime, a volte miserabile.
ho voglia di bagnarmi e di sentire la bocca asciutta, di mordermi le labbra e tremare mentre il desiderio si concentra sulle falangi e titilla i tasti come se fossero parti del tuo corpo.

io, la macchina e tu (se fosse una canzone sarebbe napoletana)

e invece scrivo della Muestra Marrana per il prossimo numero di xxdonne e pure se cerco di essere neutra e un po’ superficiale cosí come giornalismo vuole qua e lá le trippe strabordano, gorgoglia impudico un po’ di sangue, mi é impossibile nascondere che accelera il battito del cuore.

alla Muestra Marrana la casa era invasa di amiche e io ero agitata e un po’ irrigidita.

lo si nota in questa foto di Simona Pamp, nella quale é evidente il panico dell’improvvisazione mentre traduco l’intervento introduttivo di Rosario Gallardo, per l’occasione un po’ Cicciolina.

da una complicitá all’altra, ecco qua le mie socie di Cuerpos Lesbianos a Crack

che era questo e che lo abbiamo preparato tra le fratte del Forte Prenestino, tra zanzare malevole e ricordi sbiaditi un po’ come questa foto

(che l’ha fatta Nikky e in cui sembro un Poncharello con le mutande piú wannabe fashion che ho avuto mai – 1 euro alla bancarella, ce l’ho da 10 anni e ancora non crepano signoramia)

poi sono arrivate loro

e la scoperta dell’ecosessualitá m’ha fatto venire i capelli verdi

(di un sacco di altre cose belle di quest’estate ancora non posso mostrarvi niente.
quindi se il vostro occhio reclama erotismo intelligente e un po’ ridanciano, intanto dirigetevi senza indugio qui)

This entry was posted in consigli per gli acquisti, malapecora and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to figurine di un’estate

  1. slavina says:

    ops sorry
    la tua ragazza dev’essere tornata, nel frattempo 🙂
    i siti che frequento sono tutti linkati qua e lá per il blog…
    io poi personalmente uso molto la letteratura per farmi le seghe – probabilmente ho deciso di mettermi a produrre porno perché non mi soddisfacevano gli stimoli delle produzioni a cui avevo accesso.
    cmq – da arrapato lo sai pure te – se ci sono l’eccitazione e la voglia, qualsiasi cacata di yuporn vale.

    si o che?
    (diceva una che non me lo dice piú)

    grazie per lo stimolo, arricchiró la categoria pornosoccorso con risorse multimedia per le moltitudini arrapate.

    saluti 🙂

  2. musikel says:

    Ciao cara, seguo il tuo blog da tantissimo, non mi perdo un post.
    Ma dì un po’, tu che sei nel settore, cosa possiamo usare per spipparci un po’? lo so che sembra una richiesta da arrapato mentale, ma te lo chiedo proprio perchè tu ci lavori dentro e … lo sei anche tu 🙂
    La mia ragazza è fuori per 5 giorni. Che siti frequenti tu?

  3. nicoz balboa says:

    oddio la foto poncharello style è la mi preferita! troppo bellaaaaa

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *