autunno rosa fuoco

volgono al termine le mie vacanze romane – due settimane volate via veloci tra derive psicogeografiche e appuntamenti mancati, demolendo la candida illusione di essere ancora troppo giovane per fare veramente su serio…

(sono vecchia ma sbaglio ancora come una regazzina, cazzo)

mi godo le ultime ore di spleen, pizza bianca e parolacce in lingua originale perché é tempo di rimettersi in moto: l’autunno spagnolo sará molto intenso.

 

Il primo appuntamento – e per me il piú importante – é a Siviglia a fine ottobre.

Si svolge infatti al Centro Andaluso di Arte Contemporanea l’incontro su Genere e Cyberspace organizzato dall’associazione X0y1, che nei mesi scorsi ha raccolto e selezionato alcuni progetti con lo scopo di stimolare riflessioni critiche sulla costruzione della differenza sessuale in rete e incentivare una produzione artistica relazionata a questi temi. Tra i progetti selezionati, un laboratorio di web radio postpornografica che abbiamo pensato insieme io e la mia amica Lilia 🙂

Quello della radio masturbatrice era un progetto su cui ragionavamo da tempo e questa ci é sembrata l’occasione ideale per cominciare a metterlo in piedi: la radio per il momento si chiamerá Pornosotr@s e raccoglierá in giro materiali audio da ascoltare con molto piacere attraverso laboratori ed eventi che vogliamo moltiplicare in giro per il mondo.

Piú avanti ne faró una presentazione piú *ufficiale*, per ora sappiate che per partecipare a questo primo laboratorio vi potete iscrivere qui e raggiungerci a Siviglia (che é bellissima) dal 26 al 30 ottobre.

———————————————————————————–

Dal 29 ottobre al 1 di novembre invece Barcelona é sede del Free Culture Forum

http://www.youtube.com/watch?v=hNuh6IfbXAw

Il Forum sará uno spazio di elaborazione di proposte della societá civile che possano rappresentare l’opinione pubblica nel dibattito sulla privatizzazione della creativitá, sulla proprietá intellettuale e la sue ricadute sul libero accesso alla cultura, l’arte, la conoscenza nel senso piú ampio.

—————————————————————————–

Il 4 e 5 novembre ad Altea (Alicante) si svolge il Primo Congresso Internazionale su Corpi/sessualitá eretiche e pratiche artistiche che conta con la partecipazione della divina Preciado e della Itziar Ziga (anche lei sulla via della canonizzazione slavina in quanto autrice di un saggio rivelatore, dal titolo inequivocabile: Devenir Perra ossia divenire cagna), oltre che di altre figure magari piú illustri ma meno conosciute nei bassifondi pop che io frequento. Questo evento ha come sottotitolo Antecedenti storici nello stato spagnolo ed é solamente il primo di una serie di momenti di riflessione che andranno a costruire uno spazio di documentazione su questioni di sesso, genere e identitá in relazione alle teorie e pratiche artistiche e culturali.

Organizza un gruppo di ricerca che si chiama Figure dell’eccesso e politiche del corpo – equazioni culturali e pratiche artistiche della pluralitá dei piaceri, le esperienze e/o le identitá (che anche solo per il nome ci andrei a questo meeting…)

—————————————————————————–

Last but absolutely not least abbiamo, in quel di Vitoria (Euskal Herria cioé Paese Basco) Soft Power: arte e tecnologia nella era del biopotere, un programma di attivitá culturali (conferenze, proiezioni, performance) che completano un’ambiziosa esposizione sulle biotecnologie. A partire dalle opere di artiste, pensatrici e attiviste la mostra ci conduce in quel nuovo territorio creativo dove l’arte e la cultura si incontrano con la scienza, la tecnologia, la economia globale o la filosofia politica. Tra le conferenziere spiccano le Subrosa che propongono performativamente un Laboratorio di cellule DIY e riciccia la divina Preciado che devo assolutamente riuscire a portare in Italia, perché quest’estate ho letto Testo Yonqui e v’assicuro, é un libro di cui abbiamo troppo bisogno.

Seguirá un post sul tema Testosterone oscuro oggetto del desiderio, per ora vado a dormire e vi lascio a riflettere sul fatto che la totalitá di queste iniziative sono promosse da donne, i 3/4 sono capitanate da donne e pure finanziate con fondi pubblici. 

 

 
 

ps Mi sono dimenticata di annunciare la Muestra Marrana, che é a Barna il 23 e 24 ottobre, ma tanto ancora non ne so nulla.

 

 

 

2 thoughts on “autunno rosa fuoco”

  1. Eccellente zia, eccellente! Tu sei una di quelle persone che quando gli chiedi “ma sto periodo che stai a fa'”? ti risponde “maaaaaaaa, niente, progetti…” e poi sforni questi capolavori assoluti, queste perle di informazione, questo nonplisultra(S) di cultura! Brava brava brava! Sce piasce! Allora torni tra poco? Yeeeeee! Cioè, yeeee per me che sono felice di vederti, magari a te te rode er culo e lo posso pure capi….
    P.S: E io dove cucinerò i miei fantastici manicaretti a tema? Ho già in mente TUTTO! Besitos e pernacchiette a chi sai tu.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *