prendimi in giro

coming next…

 

devenir perra

DEVENIR PERRA cabaret postpornografico

venerdí 26 settembre al Magazzino 47 di Brescia (qui tutte le info)

sabato 27 al Maite di Bergamo (qui tutte le info)

 

 

limone a 3

SIMULACRI DI PIACERE
@ Lesbiche Fuorisalone (Milano)

laboratorio – sabato 4 (h14-18) domenica 5 ottobre (h15-19)
performance – domenica 5 (a partire dalle h21)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alghero
Perugia
L’aquila
Viterbo
Torino
Devenir Befana @ Fanfulla


sabato 8 giugno h 16-19 – Milano
Dai micromaschilismi alle nuove mascolinitá: l’avventura d’esser uomo in un mondo di maschi
Laboratorio per soli uomini alla Ladyfest Milano

sabato 8 giugno h 21 – Milano
Push the poetry – de las camas a las plazas
Reading pornopoetico (traduzioni di Ana Elena Pena, Diana Torres aka Pornoterrorista, Lucy Sombra, Patricia Heras)
Pleasures (Festival della Letteratura di Milano)

12-13-14 giugno – Bologna
Simulacri di piacere – laboratorio di contrasessualitá e performance
Festival Per Aspera Ad Astra

4_tirafuorileovaie172

a Viterbo

2 MAGGIO – BERGAMO

Un’educazione sessuale postpornografica

conferenza interattiva al Pací Paciana
Una raccolta dal basso di tutte le informazioni che avresti voluto avere e che non ti hanno mai dato. Una compilation degli errori piú comuni, dei fraintendimenti piú dolorosi e dei timori piú ridicoli raccontati in un formato aperto dove il pubblico impara… e a volte insegna.

LA LIBERAZIONE NON È UNA COSA DA RIDERE
(o forse sí)

24 APRILE Devenir Perra

Devenir Perra – Spazi liberati @Corridonia (Mc)

all’interno della 3 giorni Spazi Liberati presso la Societá di Mutuo Soccorso di Corridonia (Macerata)

25 APRILE Mollami
1399389_628565757231997_8909432399101231720_o
all’XM24 di Bologna per ★★★BEYOND THE LIBERATION★★★ antifascist elettro techno queer part (qui + info)

vieni e fai venire!

 

—————————————————————————————————————–

week-end Milanale

dopo essere arrivato fino all’estremo nord di Berlino, Le parole che non o/so dire torna sul suolo italico venerdí 28 marzo (dalle 20.30 alle 22.30) allo ZAM di Milano.

il giorno successivo, dal primo pomeriggio sempre allo ZAM, insieme ad Ambrosia convochiamo un laboratorio di cabaret a tema #IODECIDO per il diritto ad una contraccezione consapevole, gratuita e garantita (e a riderci su).

(maggiori informazioni nei prossimi giorni, voi non prendete impegni intanto)

Ambrosie

——————————————————————————————————————————–

 

por primera vez en Karcelona…

immagine di simonapamp.com

immagine di simonapamp.com

Slavina presenta
Puto Teatro
cabaret postporno de palabras crudas, cosquillas para las entrañas y pajas no solamente mentales.

experimentando un formato que está entre el stand up comedy, el spoken word y las animaciones de camping cutre, la poliédrica artista nos llevará de la mano para los caminos de la disidencia sexual en un recorrido hecho de relatos queer, poesías pornográficas y burlesque feminista.

si tienes ganas hace tiempo de destrozar las cárceles de peluche del amor mojigato,
si te parece que entre los contenedores que todavía nos quedan por quemar están los de las jerarquías de genero
o si solo te apetece descubrir un discurso sobre el sexo desde una excentricidad accesible,
en Puto Teatro encontrarás estímulos, ideas y combustible.

viernes 14 de marzo a las 22h en un lugar secreto en el corazón del Ravalistan

————————————————————————————————————-

Transmediale

Laboratorio di scrittura erotica a Berlino

Transvalentino

Ho voglia di tre

————————————————————————————————————–

Oscenatale

27 dicembre Grande Vento all’Ex Asilo Filangieri (Napoli)
The meaning of puissance
lettura di estratti da Ecografia di una potenzialitá e musicazione live di Marco Messina

TAIKO

image courtesy of MalaFem

29 dicembre al Clebbino Cagne Sciolte (Roma)
DEVENIR PERRA cabaret postporno
Se Donne non si nasce, Cagne si diventa
una serata di arti performative varie dedicate alla liberazione dei corpi e dei desideri
con la partecipazione di Jazz Bikini, Jemma Temp, I frattali di Julia, la maestra Rita Superbi e Marilena Bisceglia con i tamburi Taiko, Macchina
e il supporto del mitico sor Braciola feat. Secchetto
Letteratura degenerata, etica promiscua, nuovi immaginari erotici e visioni che sfidano il comune senso del pudore: Devenir Perra è un percorso che attraversa e supera i margini della postpornografia come strumento di sovversione dell’intimitá e di politicizzazione del privato.
Perché pensiamo, con il beneplacito di Emma Goldman, che non ci possa essere nessuna rivoluzione senza investimento libidinale. Perché la liberazione dei corpi passa attraverso la legittimazione della molteplicitá dei desideri, delle forme di relazione e delle loro rappresentazioni.

Perché ognuna è Cagna a modo suo ed è proprio per questo che sará impossibile fermarci.

3 gennaio Rough Caffé (Torino)
Cabaret King Kong
breviario transfemminista per un 2014 all’insegna della pornoribellione
con testi tratti da questo blog, da Etica Marica, Devenir Perra e poesie di Diana Torres, nonché una favola di Gianni Rodari.

cabaret king kong

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

L8 dicembre e dintorni

cabaret Fulminante intro

il 6 dicembre saró a Udine, per un CinePornForum sulle poetiche e politiche dell’osceno organizzato dal collettivo Le(s)costumizzed
(via Tolmezzo 87, a partire dalle 19.30 convivialitá vegan – il seminario comincia alle 21 PUNTUALI)

Degender Festival

il 7 e 8 dicembre a Rimini per il Degender Festival

sabato 7 insieme alle Frangette Estreme, con i Vassoi Umani, performance work-in-progress Porno-Veg-Antispecista (a partire dalle 19)

Se una ragazza è un oca ci si può fare il foie gras? Come si beve un AperiDiva? Cosa si nasconde davvero in un cannolo?
Le FrangettEstreme apparecchiano per voi una passeggiata culi in aria per il corpo e il suo bisogno primario di essere nutrito, di cibo si, ma anche di attenzioni, di coccole, di con-tatto…di con-senso.
E se il consenso è la chiave di accesso a tutte le sessualità immaginabili, lo è per ogni interazione che coinvolga gli altri esseri, animali umani e non.
Il menù propone una versione pornovegan antispecista di questo pasto nudo riflettendo sul fatto che imprigionare, sterminare e sfruttare esseri che mostrano chiaramente di apprezzare altro, sia un altro modo di prevaricare il consenso.
Al grido di “E’ COSI FRESCO CHE MI SCAPPA DAL PIATTO”! liberate l’animale dalla gabbia e mangiate senza mani o posate che si frappongano tra cibo e lingua, tra mente e corpo, tra corpo e corpo…
L’arte giapponese Nyotamori e Nantaimori, arrivata in europa servita su corpi di ragazzine ad uso esclusivo del maschio eterosessista, viene rimescolata dai nostri corpi vari e divertiti in una macedonia tuttifrutti che mette il gioco di reciprocità al centro della performance.
Degusta le portate e chi le porta, ma sii delicat* e presta attenzione: i vassoi su cui sono servite non sono semplici oggetti, potrebbero morderti..o mordicchiarti!!

Il corpo è in tavola,
Buon Appetito

vassoio

domenica 8 con il laboratorio Geometrie non euclidee, dalle 15 alle 18

Si fa presto a dire queer…
della teoria ci riempiamo la bocca tra aule universitarie e party, peró nella vita di tutti i giorni, nelle nostre relazioni, quando ci innamoriamo o al momento di decidere chi cucina e chi lava i piatti, che vuol dire queer?

Geometrie non euclidee si propone come spazio di riflessione/confronto/azione sulle reti sessoaffettive alternative alla tradizionale idea di coppia e di famiglia – quelli che chiamiamo amori queer, aprendo un ambito di discorso nel quale le pratiche contrasessuali sono proposte di connessione possibili.

Un laboratorio per chi già sta sperimentando l’apertura (o lo sfondamento) dei margini del sentimento, per chi vorrebbe tanto farlo e per chi solo vuole saperne di piú.

Cominceremo come sempre con un confronto verbale e l’autonarrazione sarà la piattaforma sulla quale costruiremo lo spazio ludico di sperimentazione pratica che chiamiamo contrasessuale.

Vi chiediamo puntualità e coraggio nel mettersi in discussione, per cominciare.
Ci scambieremo esperienze in un campo empirico nel quale chiunque ha qualcosa da dire ma nessuno può insegnare. Siamo tutti principianti dell’amore.

L’ultima rassicurazione riguarda la possibilità di sottrarsi nel caso in cui le dinamiche proposte fossero troppo avanzate o coinvolgenti. Nessuno vi giudicherà se scegliete di farlo: proprio come nel sesso, sapersi negare è altrettanto importante quanto sapersi concedere.

Costo di partecipazione: 5 euro
Per iscrizioni e ulteriori info:
inviare e-mail a grottarossa@gmail.com

————————————————————————————————————

pericolovalanghe
PERICOLO VALANGHE
venerdí 4 ottobre al Pací Paciana di Bergamo
dalle 19 laboratorio di scrittura erotica Le parole che non o/so dire
dalle 21 apericena afrodisiaca
dalle 22 Cabaret Postporno
Veniamo dal territorio silenzioso del privato e vogliamo scavalcare i muri del comune senso del pudore e denunciare l’ipocrisia che distingue perverso e normale. Lo facciamo costruendo uno spazio di discorso in cui il sesso possa irrompere sulla scena e prendere la parola, in un cabaret fatto di poesia, prosa, musica e improvvisazioni imprevedibili.
con la partecipazione speciale di R+

sabato 5 ottobre
LESBICHE FUORISALONE
dalle 15.30 al Cam Garibaldi, corso Garibaldi 27
La sessualitá lesbica tra porno e postporno (presentazione con Rachele Borghi)
dalle 22.30 a Rhabar, Alzaia Naviglio Grande 150
Porno Trash, performance con Zarra Bonheur
a seguire, Party!

domenica 6 ottobre
laboratorio di contrasessualitá
con Ambrosia

1276670_10200757147316690_269570378_o
(immagine di Monica Roversi)

 

GIUGNO 2013

Palermo
con il laboratorio di scrittura erotica Le parole che non o/so dire

laboratorio a Palermo
e la presentazione di Racconti erotici per ragazze sole o male accompagnate il 17 giugno al Pride Park, nello spazio PalermoLesbicissima :)

********************************************************************************

buco temporale di 6 mesi durante i quali ho presentato il libro a Brescia, Valencia e Berlino

presentazione a valencia
e ho tenuto laboratori a Roma, Torino, Bologna e Parigi

immagine dal laboratorio Domofuck (Porn to be Alive, Roma) di Claudia Pajewski

immagine dal laboratorio Domofuck (Porn to be Alive, Roma) di Claudia Pajewski

e se ne ho scritto ne trovate traccia nel blog.

*********************************************************************************

TUTTO QUEL CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SUL POSTPORNO
E NON AVETE MAI OSATO CHIEDERE


ultimo giro prima della fine del mondo

11 dicembrepresentazione e reading a LoSka di Napoli (sará tutto trasmesso live attraverso Radio di Massa!)
12 dicembre – laboratorio di scrittura erotica Le parole che non o/so dire con le mie zie sorelle di Betty&Books, a Bologna.

micro tourné del su e giú

14 novembre a Bergamo al Pací Paciana
15 novembre a Milano alla Scighera
16 novembre a Benevento al Depistaggio
17 novembre a L’Aquila all’Asilo Occupato

Slavina presenta il suo libro Racconti erotici per ragazze sole o male accampagnate e il video Dildotettonica per principianti, tratto da uno dei racconti della raccolta.

Nel sesso c’é molta piú politica di quanto si pensi: questo é
l’assunto di base attorno al quale ruotano l’estetica e la pratica
postpornografiche, il cui obiettivo é corrodere l’ideologia
eteronormativa socializzando (senza trasformarlo in merce) le intimitá
relegate alla sfera del privato e rendendo visibili prassi inconsuete
rispetto a ció che é considerato “normale” e “naturale”.

Ma di cosa parliamo, quando parliamo di postpornografia?
Di creazioni eterogenee per stile e formato ma unite dall’idea che la
pornografia (il racconto o descrizione espliciti di esperienze legate
al sesso) da dispositivo autoritario e finalizzato al mantenimento
delle strutture di piacere/sapere/potere patriarcale puó trasformarsi
in strumento di sovversione. E veicolando immaginari sessualmente
dissidenti avere un impatto positivo (liberatorio) non solo sul piano
personale ma anche su quello sociale.

Da Annie Sprinkle a Beatriz Preciado passando per la Fulminante Roja,
conosceremo per sommi capi il variegato panorama postpornografico, in
un vortice fecondo dove la prassi si confonde con la teoria (e
viceversa) all’interno del quale ci guiderá Slavina, creatrice
multimedia e pornoattivista italiana residente da alcuni anni in
Spagna.

———————————————————-
micro tournée di inizio autunno

martedí 2 ottobre a Cosenza h 18
al DAM Polifunzionale UniCal
introduce: Marialuisa Fagiani
presenta: Filorosso T.a.z.

mercoledí 3 ottobre a Bari h 21
al Glamorama – Strada Palazzo di Città, 51
presenta: Angela D’Ottavio
organizzazione: Cime di Queer

giovedí 4 ottobre a Foggia h 19
presso la libreria Tolleranza Zero, specializzata in culture alternative e glbt

BONUS TRACK
venerdí 5 ottobre a Roma h 22
insieme a Stabber, sperimentando un nuovo formato di reading, ospite di Weird Festival (un evento multidisciplinare dedicato alla riflessione su corpo, genere, identitá – con ospiti internazionali come Diana Pornoterrorista e Lazlo Pearlman oltre a presentazioni, dibattiti, workshop e bella musica)

————————— LA PRIMA SCIVOLATA NAZIONALE


(immagine dal BibidiBobidiBurlesque ad Enotica di Federica Tafuro)

sabato 23 giugno
c’era una (s)volta – party Frangettestreme
presentazione di Dildotettonica per principianti
Bologna XM24

domenica 24 giugno
domenica queer in AdaLab
laboratorio Poetiche e politiche dell’osceno
presentazione Racconti per ragazze sole o male accompagnate
Vicenza Adalab

giovedí 28 giugno

presentazione Racconti per ragazze sole o male accompagnate
Bologna Spazio Elastico

sabato 30 giugno

laboratorio La contrasessualitá come tecnologia di resistenza
L’Aquila Hackmeeting 2012

giovedí 5 luglio
presentazione Dildotettonica per principianti
presentazione Racconti per ragazze sole o male accompagnate
Napoli Asilo della conoscenza

martedí 10 luglio

Morte al romanticismo!
dibattito con Carolina Cutolo, Alessandra Di Pietro, Alessandra Pucci
Roma festa dell’Estate di Casetta Rossa

mercoledí 11 luglio

presentazione Dildotettonica per principianti
presentazione Racconti per ragazze sole o male accompagnate
Milano PianoTerra

venerdì 13 luglio
reading a più voci di Ragazze sole o male accompagnate
a Macao (Milano)

a Torino per chiudere in gloria il 16 luglio, al Centro studi pensiero femminile.

16 Responses to prendimi in giro

  1. Pingback: Embrioni verdi fritti – cabaret ostetrico — MilanoInMovimento

  2. Pingback: slavina | relatosmarranos

  3. Maddi says:

    Ciao Slavina!
    ti scrivo per avere un’info.
    Ero presente al tuo incontro sul postporno organizzato in occasione del Feminist Blog Camp di Torino (si parla di un pò di tempo fa ormai!), e lì ci hai fatto vedere, tra i tanti, un video che mi piacerebbe cercare di recuperare…era un video di postporno fatto con la frutta!sapresti dirmi il titolo/dove posso trovarlo?
    Grazie grazie!
    ci vediamo al degender, e poi, ovviamente, a lavorarci le geometrie non euclidee:)
    saluti

  4. Wow ! Ti ho scoperta negli ultimi giorni e mi sta interessando un sacco tutto quello che fai!!
    Ho visto che sei stata all’ex asilo filangeri e a macao…mi piacerebbe un sacco vederti pure al Valle!

  5. slavina says:

    grazie per i complimenti :)

    se hai una libreria di fiducia nel tuo quartiere chiedi a loro di prendere qualche copia del libro – questa è la cosa migliore che puoi fare :)
    altrimenti lo puoi prendere su Amazon o dalla web di Feltrinelli
    o prenderlo da me che me ne porto sempre qualche copia ma non credo di tornare a Roma prima di maggio…

    alla prossima, comunque!

  6. Francesco says:

    Ciao Silvia,
    mi chiamo Francesco ed ho 29 anni.
    Ti ho visto venerdì sera al Forte prenestino.
    Ti conoscevo già dall’anno scorso ma in questi 2 giorni ho avuto modo di approfondire la tua conoscenza….. informandovi.
    Già mi eri rimasta impressa l’anno scorso e l”unico rammarico di venerdì è di non aver avuto la possibilità di salutarti dopo lo spettacolo.
    Detto questo, COMPLIMENTI.
    tette a parte le tue poesie mi piacciono tantissimo….
    quandi avrei solo un paio di richieste.
    la prima, dove posso trovare il tuo libro?
    La seconda, la poesia sui mille modi di dire figa (mi ha lasciato a bocca aperta, soprattutto il sipario finale :-D) è compresa nel libro? In caso, potresti indicarmi il modo di poterla avere?
    Grazie mille anticipatamente e complimenti !!!!
    :*
    :*
    :*
    :*
    :*

  7. dani says:

    Pensiero regalino post reading in Scighera:
    http://www.youtube.com/watch?v=Zk2DNSllHeQ

    prima o poi lo faccio eh! (urlando come lei cose rabbiose o magari sussurrando cose dolci, il tono non lo so ancora)
    Salgo sul palco e racconto :) E mica solo io, facciamolo tutte!!
    Nel frattempo mi godo serate come quella di ieri, grazie bella Slavina e a tutte le narratrici
    love love
    Dani

  8. Il lupo says:

    Non che sia un fan, il piacere del sesso è un pezzo di paradiso per gentile concessione! Il piacere di questa mattina è sapere che ancora esisti. Hai trovato la strada per essere comunque libera senza se e senza ma. A presto.

  9. Picaro says:

    Dear Slavina,

    aspetto che mi finiscano di asfaltare la mia strada sotto casa per andare da qualche parte, o provarci, almeno… :)

    ma se ho preso una strada, non me ne sono accorto, e certamente è meno interessante della tua.

    anzi, sai che ti dico, che mi compro lo slavina book . prima devo finire guerra e pace e altre cosette di amici.

    un saluto cortesemente informale e un abbraccio.

  10. slavina says:

    grazie caro :)
    tutte le strade portano in qualche posto, la tua dove t’ha condotto?

    (il lupo é crepato da un po’ :)

  11. Picaro says:

    hai capito malapecora. leggendo, come al solito per inerzia informativa, mi sono imbattuto in un articolo de L’Espresso. e vedo una foto di una ragazza mora che riconosco e non riconosco. Poi la riconosco. Ti ricordavo miele e poi biondo scioccante.

    che dire, dalla dedica che ti feci su Le vene aperte dell’America Latina di Galeano (comprato da te, quindi la più patacca delle dediche) ne è “passato di tempo”. volevo usare l’espressione “ne hai fatta di strada” ma qui mi trovo in un percorso culturale a me oscuro.

    fine della presa in giro, per non andare fuori dal tema suggerito dalla rubrica.

    Dovrò dunque seguire questo blog per comprendere meglio quel che non so.

    in bocca al lupo per il libro!

  12. Minerva says:

    E ti prenderei sì (non sai quanto, ahahah!), se fossi in Italia ;-)

  13. slavina says:

    ti sei fatto una domanda e dato una risposta :)

  14. robertZ says:

    identità sessuale … sei quello che scopi .

    Magari è questo pregiudizio che ci fa un attimo esitare , prima di infilare o farsi infilare , qualsiasi cosa .

    Un po come mangiare …anche strafogarsi , e dire semplicemente : faccio quello che amo , perchè dovrei pentirmene ?

    E allora giu tutti a strafogarsi di cioccolata , pasta alla “puttanesca” e giu a trastullarsselo/a fino alla follia , cercando sempre modi nuovi che giustificano la ricerca del sacrosanto piacere ! .. Il piacere ultimo , migliore del penultimo.

    E allora mi domando , perchè m’incazzo ?… Si tratta di frustrazione sessuale ?
    Perchè mi faccio queste domande ?… Chissà , forse voglio contagiarti in qualche modo con un dubbio personale .

    Il porno è porno .. è un piacere fino a se stesso , e non ha niente di politico . Mi ha stupito trovare il tuo articolo sul fatto quotidiano .

    Il porno è porno… è solo sesso , niente d’eccezionale.

    Ovviamente mi sbaglio , i miei sono solo discorsi bigotti e dettati da una logica masochista e frustrante . …il fatto stesso che ti scrivo quasi turbato , ha raggiunto il tuo obiettivo .
    Mi hai spinto a riflettere e a domandarmi per l’ennessima volta : Il sesso è davvero cosi importante ? .. Cos’è ? Piacere ?
    E quindi come tale , va ricercato e soddisfatto come qualsiasi altro piacere , sperimentando nuovi gusti : “Mi dia Stracciatella , puffo e mi metta anche un cazzo in culo , non l’ho mai provato questo gusto , sono curioso , magari mi piace
    :)”

  15. beat says:

    matta!!!!
    una trottola ti fa un baffo!!!
    ti abbraccio e enjoy!!!

  16. Pingback: http://malapecora.noblogs.org/prendimi-in-giro/ « fuckgenderrules

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>